LA CUOIO BEFFA I NERAZZURRI TRA LE POLEMICHE

28-09-2016 10:29 -

Come ogni stagione la gara contro la Cuoiopelli, sempre molto sentita, si conclude tra contestazioni e polemiche per l´operato del direttore di gara responsabile, secondo i nerazzurri, di non aver fermato il gioco in occasione del pareggio ospite.
Terzo pareggio consecutivo per l´Atletico che, stavolta più che mai, avrebbe meritato di centrare i tre punti per l´ardore e la voglia di giocare messa in campo quest´oggi al Magona. Gli uomini di Miano controllano molto bene la partita nei primi 45´ creando alcune buone palle gol e rischiando molto poco ma traversa dice no al tentativo biancorosso.
Nel secondo tempo l´Atletico parte fortissimo e al 12´ Papa (secondo gol consecutivo) mette in rete un bell´assist di Pirone tra l´entusiasmo di compagni di squadra e del numeroso pubblico presente. Gli ospiti provano a reagire e si rendono pericolosi ma la difesa nerazzurra è attenta e si comincia a credere davvero alla vittoria contro gli eterni rivali.
Al minuto 82´ il portiere piombinese Rizzato compie una parata a terra una ma viene colpito violentemente alla testa da un giocatore ospite: istintivamente Mattia lascia il pallone per portarsi le mani alla nuca ma invece di fischiare il fallo l´arbitro lascia giocare e Niccolai appoggia comodamente in rete da pochi passi.
Pubblico e giocatori nerazzurri protestano vivacemente nei confronti del direttore di gara che rimane fermo sulle proprie decisioni: 1-1 che sa di vera e propria beffa. Rizzato prova a continuare per qualche minuto ma poi è costretto al cambio e ad alcuni esami medici in ospedale, fortunatamente tutti negativi.
Finale di gara nervoso e Catalano ha sui piedi il pallone della vittoria ma il tiro si stampa sulla traversa e, per l´ennesima volta, ci troviamo ancora addosso quella strana sensazione di aver subito un´ingiustizia.
Prossimo impegno domenica 2 ottobre a Camaiore.
ML


Fonte: A. Piombino