GIOVANISSIMI B: SPETTACOLO A CECINA. FINISCE 5-5 CON REMUNTADA NERAZZURRA

20-02-2017 14:21 -

Spettacolo al Palazzaccio sul campo del Cecina con dieci gol, agonismo, tanti errori ma anche un gran carattere dei nerazzurri. Ed è grazie al carattere e al bel gioco che il Piombino strappa un pareggio meritatissimo al termine di una partita che sembrava ormai compromessa. I nerazzurri infatti scendono in campo troppo rilassati mentre i rossoblu di casa sono fin troppo aggressivi. Fatto sta che la squadra di Madau (impegnato con gli juniores e sostituito in panchina da De Monaco) all´inizio subisce molto ed è disorientata dalla veemenza del Cecina. Dopo pochi minuti i padroni di casa sono già in vantaggio 3-0 e sembra che ormai la partita sia incanalata verso una sconfitta. Ma non è così. Il Piombino si scuote, riordina le idee, comincia a giocare. Il primo acuto è di Ciurli Sekamonyo, segnano poi Rimmaudo e Bardi ma anche i padroni di casa vanno in rete altre due volte. Il primo tempo si chiude così sul 5-3. Il Piombino è ancora in partita e nella ripresa cambia letteralmente volto. Il Cecina continua a martellare con un gioco anche piuttosto rude, ma i nerazzurri tengono botta e continuano pazientemente a cercare gli scambi e le penetrazioni. Si fa sentire la fatica, l´allenatore cerca di mettere freschezza tra le file dei giovani nerazzurri. Ed è proprio il neoentrato El Gaddari a insaccare il gol del 5-4 che comincia a far sperare davvero. Il risultato resta in bilico e viene difeso con i denti, il portiere Lavagnini compie tre autentiche prodezze. Sembra ormai finita quando, nei minuti di recupero, arriva l´insperato quanto meritato pareggio: punizione dal limite di Patara che centra in pieno la traversa, De Gregorio di testa anticipa tutti e spedisce la palla in rete. E´ il gol del 5-5, esplode la gioia del Piombino. Due vittorie e un pareggio esterno, la serie positiva continua.
PIOMBINO: Preziosi (Lavagnini), Rimmaudo (Tomarchio), Tognoni, Lenzi, De Gregorio, Ciurli Sekamonyo (El Gaddari), Patara, Bardi, Cinelli (Matacera), Giovani, Neri (Ragaglini). All. De Monaco.
RETI: Ciurli Sekamonyo, Rimmaudo, Bardi, El Gaddari, De Gregorio


Fonte: A. Piombino