A.PICCHI - ATL.PIOMBINO: IL DOPO GARA CON DE GENNARO E GHERARDINI

03-02-2020 00:24 -

Emanuele De Gennaro, classe 2001, è sicuramente la bella sorpresa di questa fase di stagione: autore di buonissime prestazioni ha conquistato un posto da titolare come difensore a destra e non l'ha più mollato.
L'abbiamo sentito dopo la gara contro il Picchi Livorno. "Quella di oggi è stata una gran bella partita su un campo in ottime condizioni tra due squadre che hanno ampiamente dimostrato di valere le posizioni che occupano. Nel primo tempo abbiamo avuto una leggera supremazia culminata con il gol fantastico di Kevin ed abbiamo controllato abbastanza agevolmente la reazione livornese. Peccato aver sprecato alcune occasioni per il raddoppio. Nella ripresa sono venuti fuori loro e dopo il pari abbiamo concesso qualcosa ma nel finale, con l'uomo in più, abbiamo rischiato di vincere e possiamo anche recriminare per un penalty non concesso che dal campo sembrava netto. Nonostante il rammarico è un buon punto che ci mantiene in una bella posizione di classifica. Ci siamo risollevati da questo inizio difficile di 2020 ed ora pensiamo ad una partita alla volta continuando a lavorare sodo. La strada sembra quella giusta."

Molto soddisfatto per la prova dei nerazzurri anche il Ds Gherardini."Prestazione importante quella sfoderata dai nostri ragazzi contro un'ottima squadra che, a dicembre, si è rinforzata con tre acquisti di livello come Lotti, Semboloni e Michael Pellegrini. Giocatori che denotano la volontà dei livornesi di recitare una parte da protagonista in questo campionato. Noi siamo andati a Livorno per giocarsela e, una volta passati in vantaggio meritatamente, abbiamo purtroppo mancato il colpo del ko. Poi il Picchi è venuto fuori ed ha raggiunto il pareggio ma il Piombino ha lottato alla pari fino all'ultimo e l'unico rammarico rimane quel rigore non concesso al 92'. Poi i penalty vanno trasformati ma dispiace non aver avuto l'opportunità di centrare l'intera posta. Voglio fare davvero i complimenti a mister Madau perchè ha messo in campo una formazione offensiva per giocare a viso aperto contro i padroni di casa e c'è riuscito in pieno perchè i ragazzi hanno dimostrato una grande personalità, di saper giocare a calcio e di mettere in pratica le indicazioni dell'allenatore. Motivo d'orgoglio inoltre i complimenti ricevuti anche dai dirigenti avversari."


Fonte: Atl.Piombino